HEXN, Yy

Quando ascoltai per la prima volta Al-khīmiyya, uscito nel 2015, era agosto e il sole era implacabile nel suo sbattersene amabilmente del mio inutile tentativo di porre delle persiane chiuse tra il mi...

THRONELESS, Cycles

I tre Throneless sono lenti, pesantissimi e una punta psichedelici, e stanno su Black Bow, l’etichetta dei Conan (con anche gli Slomatics). Sono il classico gruppo che mantiene le promesse, che uno as...

NOVAE MILITIAE, Gash’khalah

Era difficile credere che un sottogenere del black metal, identificato come “religious”, avesse ancora qualcosa da dire a dieci anni dalla sua esplosione. Parlare dell’attuale panorama “religious” bla...

BATTLEROAR, Codex Epicus

I Battleroar sono una formazione greca attiva dai primi anni Duemila, cui si deve il merito di avere plasmato un certo tipo di sonorità evocative in un periodo in cui insieme a loro c’erano (quasi) so...

ELIO MARTUSCIELLO, incise

Siamo immediatamente in medias res, travolti da un suono-sirena che spalanca mondi e suggerisce migrazioni, vertigini; descrivi quello che senti, si intitola la prima traccia, ed è dunque un invito, a...

ANGEL OF MERCY, The Avatar

The Avatar (1987) è uno dei dischi US metal maggiormente ricercati dai collezionisti e – a differenza di altri lp pubblicati in quello stesso periodo – sinora non era mai stato ristampato ...

DARK BUDDHA RISING, II

I Dark Buddha Rising tornano sulle scene tre anni dopo Inversum. Un ep forse non è il massimo per esprimere al meglio il caleidoscopio sonoro dei finnici: si tratta di due canzoni dalla durata comples...