IIVII, Invasion

Secondo lavoro “ambient” in solitaria per Josh Graham (A Storm Of Light), artista iperattivo ed eclettico per il quale abbiamo sempre tradito una preferenza. Colony era stato un’avventura sconfo...

RUN DUST, Leisure Village

Luke Calzonetti stava nei Child Abuse, un gruppo iperveloce, ipertecnico e iperbravo che gioca molto coi cliché (dei generi estremi) ed è ovviamente provocatorio sin dal nome. Anche in questo caso non...

KHOST, Governance

Dei Khost, delle loro origini e dei loro legami ho già parlato in precedenza: Birmingham, Godflesh, acidissimo industrial-doom. Siamo di fronte a veterani che sanno molto bene ciò che fanno e lo porta...

ASOFY, Nessun Luogo

Asofy è il progetto personale di uno dei ragazzi che ormai parecchi anni fa ha creato l’etichetta Trazeroeuno, oltre che, insieme a un’altra persona, lo studio grafico Diramazioni, arrivan...

FIS, Oliver Peryman

L’ho recensito da poco, ma riassumo: neozelandese trapiantato a Berlino, protagonista del 2016 elettronico con From Patterns To Details (Subtext), protagonista di nuovo nel 2017 per la sua colla...

JAMES PLACE, Voices Bloom

Phil Tortoroli, di New York, è cofondatore dell’etichetta Styles Upon Styles e gestisce la RVNG Intl. Di entrambe purtroppo non abbiamo mai parlato (la seconda in catalogo ha qualche nome un po&...

SAMUEL ROHRER

Range Of Regularity è un disco e dalle mille sfaccettature, un organismo in continua mutazione, firmato dallo svizzero Samuel Rohrer, nato nel 1977 e da un po’ residente a Berlino, proprietario ...