PUGNALE, Throne Of Laments

Uscito in digitale il 2 novembre, giorno dei morti, prima di vedere la luce come cassetta, il debutto dei Pugnale offre all’ascoltatore dodici colpi sotto la cintura che solo in un paio di casi raggiu...

ATHABAS, Undertaker

Similmente a quanto avvenuto con Clovers dei Gateway To Hell, in Undertaker si ritrovano alcuni tratti distintivi del doom rock della East Coast e in particolare le ritmiche piene di groove e il suono...

LUDD, Un Silenzio Vivente

Un Silenzio Vivente è il nuovo disco dei Ludd, formazione di Rovereto attiva dal 2003 (ma con all’interno ex Youngblood e Impact, tanto per dire). Detta così sembra molto semplice e lineare, il che no...

MIND/KNOT, Eat The Leaf

Di questi giorni si fa un gran parlare di anni Novanta e di come in quel decennio si fosse assistito ad una nuova esplosione della scena hardcore, non solo grazie ai vari libri a tema ma persino con u...

HUNGRY LIKE RAKOVITZ, Vile

Era dal 2016 che gli Hungry Like Rakovitz mancavano dalle nostre pagine, per la precisione da quando Nevermind The Light aveva saputo colpirci grazie ad un suono sempre più claustrofobico e denso, con...

O, Antropocene

Antropocene, ultima fatica dei biellesi O, è stato l’album giusto al momento giusto. Pubblicato in pieno lockdown la scorsa primavera, me lo sono consumato in solitudine mentre sui davanzali di mezza ...

AMBASSADOR, Care Vale

Gli Ambassador sono una band di Baton Rouge, Louisiana, che nel 2018 ha pubblicato il suo primo album, Belly Of The Whale, accolto con entusiasmo dalla critica. La loro gamma di influenze è tale che s...

PEKLA, Boogie With Satan

Il quarto lavoro in studio dei Pekla, Heavy rock’n’roll band lituana attiva dal 2010, sfoggia un titolo decisamente appropriato. Boogie With Satan è molto probabilmente il risultato che si...