DIABOLICUM, Ia Pazuzu

Arcturus e Dødheimsgard nel 2015, Mayhem (li chiamo così per comodità) e Mysticum nel 2014. Tutti ritorni – e dopo lunghe o lunghissime pause – che sorprendono per potenza. Adesso, dopo qu...

DYNFARI, Vegferð Tímans

Gli islandesi Dynfari, giunti con Vegferð Tímans al loro terzo album, propongono un viaggio sonoro che innesta su di una solida base black metal tutta una serie di elementi esterni, così da offrire al...

FEN, Carrion Skies

Con Carrion Skies, The Watcher e Grungyn giungono al traguardo del quarto album e proseguono lungo il percorso intrapreso in occasione di Dustwalker. La loro formula è caratterizzata dall’inters...
Horizon Ablaze

HORIZON ABLAZE, Dødsverk

Gli Horizon Ablaze sono un gruppo di veterani della scena norvegese: Dødsverk è il loro secondo disco, il primo su code666 e il primo cantato solo in lingua madre. Dall’inizio alla fine qua è un bagno...
Angrenost

ANGRENOST, Planet Muscaria

Il black metal “eretico” e “industrial” è tra quei generi che hanno reso la code666 l’etichetta grande e coraggiosa che è. Gli aNgreNOST, portoghesi, sono 100% code666: aggressivi, elettronici il gius...
Ecnephias

ECNEPHIAS, Necrogod

Dopo gli ottimi responsi ricevuti da pubblico e critica con Inferno, torna la “occult” metal band Ecnephias e lo fa con un album di validità perentoria. La componente mediterranea che emerge dai solch...