THEDAYSAREBLOOD, Logica Dello Sciame

Thedaysareblood è oggi Gabriele Santamaria, che qui mette le mani su chitarra ed elettronica varia, oltre che sull’artwork. Si tratta di qualcuno con molta esperienza (è stato ad esempio I Burn, finendo su Old Europa Cafe, poi Ordeal, finendo su Eibon) e molta mano: lo si intuisce subito grazie all’eccellente parte visiva, lo si capisce al volo da come ha curato il suono insieme a Riccardo Pasini, musicista che avremo nominato un miliardo di volte nelle nostre recensioni, dunque non serve presentarlo.

Logica Dello Sciame – si legge – è stato messo insieme nel corso di 7 anni (2014 – 2021), ma anche se qualche volta è più pulsante/ritmico e qualche altra più fluido, giunge alle orecchie coeso, denso, scabro e sempre cupo. Forse non sposta in avanti (o indietro) i confini di qualche genere, ma non è facile assimilarlo a qualcosa che si possa ascoltare in giro di recente: certo, avendo scritto che Gabriele è stato su due etichette di matrice industrial che hanno sul catalogo i migliori nomi dark ambient e noise di un’epoca, ho immediatamente disegnato una cornice intorno al suo disco, ma l’uomo non è fermo al 1995, perché si sente come qui tutto sia il risultato anche della sedimentazione di tante intuizioni più recenti, che si tratti di glitch o di ambient/drone basato sulla chitarra anziché sui synth e campionamenti: se dovessi aprire un film di fantascienza con una musica, questa – per come dà l’idea di movimento attraverso qualche città – sarebbe quella di “Dust Smell Like Glucose” (che sfocia nella successiva e quasi altrettanto buona “Breathing By Prejudice”), se poi il film proseguisse con la discesa mortale in qualche sotterraneo o con l’immersione in qualche oceano, avrei da proporre al regista “On Adapting To The Abilene Paradox” (che “evolve” dalla parimenti angosciante title-track), mentre se fosse necessario abbinare dei suoni alla comparsa di qualche scenario vasto e sconosciuto, avrei “Antiphrasing Hyper-Arousal” da giocare.

Uno degli outsider del 2021, vediamo di non scordarcelo.