AORATOS, Gods Without Name

Nel 2019 c’è un tizio che sui suoi dischi si firma Naas Alcameth. Io non dico niente, perché a tutt’oggi sono fan di uomini adulti che si fanno chiamare Ihsahn o Abbath, e va bene così. Naas Alcameth ...

YERÛŠELEM, The Sublime

I Blut Aus Nord hanno seguito un percorso piuttosto significativo di ricerca e sperimentazione, in ambiti anche lontani dalle loro radici black metal, basta ricordare le commistioni con certo shoegaze...

DIRGE, Lost Empyrian

Settimo album per i Dirge. Settimo sigillo di una carriera iniziata più di venticinque anni fa, all’insegna di una costante ricerca/sperimentazione, che fosse l’industrial metal degli esordi o l’appro...
Sons Of Crom

SONS OF CROM, Riddle Of Steel

Iiro Sarkki e Janne Posti danno vita a un progetto dedicato a sonorità viking e tematiche mitologiche. “Myrkrarfar” pone le basi del disco, evocando le gesta di Bathory ed Ereb Altor, “Master Of Shado...
YONL

YEAR OF NO LIGHT, Tocsin

Per chi ancora non avesse avuto l’occasione di farne la conoscenza, gli Year Of No Light sono una formazione francese attiva dal 2001, che durante gli anni ha mutato drasticamente forma, prima con la ...
Rosetta

ROSETTA, The Anaesthete

I Rosetta hanno sempre avuto dalla loro una scrittura e una tecnica invidiabili, caratteristiche che hanno a tratti sopperito a un linguaggio non proprio originale e che ne hanno accresciuto lo status...