VISIONS & PHURPA, Monad

Entro in contatto coi Phurpa nel 2011, già sette anni fa (teniamolo presente), quando Stephen O’Malley, tramite la sua neonata Ideologic Organ, ristampa il loro Trowo Phurnag Ceremony, uscito l’anno p...

SHEDIR, Falling Time

Falling Time è l’esordio di Shedir (Martina Betti), pubblicato da Cyclic Law tra una ristampa degli Arcana e il nuovo di Raison D’Être (speriamo porti bene). Il mastering è curato da Lawrence En...

KAVE, Ominousium

Dopo Dismal Radiance (Eibon, 2012), l’olandese Bram Gollin alias Kave approda alle lande desolate della canadese Cyclic Law. Partiamo subito affermando che Ominousium è un disco ben costruito e strutt...

KAMMARHEIT, The Nest

Dopo dieci anni di silenzio, torna Pär Boström, di nuovo su Cyclic Law. Ortodossia dark ambient svedese: scavo nel profondo, sacralità, malinconia. In pratica è come se lo avessero ibernato e lui – de...

AUN, Fiat Lux

Nuovo disco per Martin Dumais e la compagna Julie Leblanc, quella che a un certo punto ha trasfuso un po’ del suo sangue nel progetto Aun, convertendolo con synth e altro (sommati alla chitarra ...

NORTHAUNT, Istid I-II

Hærleif Langås (Northaunt, ma anche The Human Voice e Mulm), norvegese, è un uomo molto discreto (non ricordo una sua intervista) e produttivo il giusto, nel senso che ha saputo dosare le uscite in qu...