LUNICE, CCCLX

Non credo siano molti gli artisti recensiti qui su The New Noise con un tour con Madonna nel curriculum. Sta di fatto che per Lunice è un intento programmatico riuscire a guardare sia gli impulsi che ...

INSTITUTE, Subordination

Il secondo album dei texani accasati presso Sacred Bones pare fatto apposta, suo malgrado, per dare ulteriore conferma a chi suggerisce una sorta di analogia tra quanto accadeva musicalmente ieri sott...

IDLES, Brutalism

Al brutalismo architettonico non è inusuale associare imponenti e asfissianti torri di cemento a vista dall’appeal quasi totalitario, magari in qualche periferia post-sovietica o, nel nostro cas...

PHALLUS DEI, Black Dawn

Carriera lunga e multiforme quella dei Phallus Dei, band tedesca giunta al venticinquesimo anno di attività che nel corso del tempo ha avuto modo di cimentarsi coi più disparati approcci alla materia ...

SON LUX, Remedy

Quanto reggerà questa ritrovata sensibilità politica post elezioni a stelle e strisce tra musicisti non sospetti non è dato sapere. Sta di fatto che anche i Son Lux si accodano al movimento e pubbican...

CUT, Second Skin

Sesto album e un quasi-ventennale di carriera per la stimata band bolognese e il suo urticante garage punk venato di blues. A sette anni dall’ultima prova, i Cut tornano alle cronache con lo ste...

SON VOLT, Notes Of Blue

Non si può non riconoscere a Jay Farrar – mente, chitarra e voce dei Son Volt –  una certa coerenza. Reduce dall’esperienza alt-country degli Uncle Tupelo a inizio anni Novanta (rico...