KING ZOG, King Zog

Per una serie di motivi più o meno vari e validi, gli orfani del rock alternativo anni Novanta e del grunge continuano a migrare verso il doom e lo stoner, perennemente alla ricerca di una terra prome...

BONE MAN, III

Il fatto che i tedeschi Bone Man abbiano deciso di aprire il loro ultimo lavoro con una traccia intitolata “Pollyanna” mi ha fatto immediatamente pensare alla sagra dei cartoni animati. Essendo già pa...

HORSENECK, Heavy Trip

Va bene, lo ammetto: questa volta non so da che lato iniziare. Se attaccassi a descrivere genere, influenze e altre caratteristiche degli Horseneck e del loro Heavy Trip, finirei probabilmente con il ...

GAUDI, Magnetic

Daniele Gaudi Cennacchi è una vecchia conoscenza del panorama musicale italiano: produttore, compositore, musicista e dj, attivo a Bologna sin dai primi anni Ottanta e poi trasferitosi a Londra (circa...

CUONG VU QUARTET, Ballet

Nello scorso secolo c’è stato un periodo in cui (mentre case discografiche e media impilavano pacchi di quattrini riproponendo versioni riviste e corrette di successi già sfruttati, riciclando artisti...

THE WATCHERS, Sabbath Highway

Ditemi una cosa: secondo voi, quali saranno le influenze principali di una band che intitola la sua ultima uscita Sabbath Highway? In questo specifico caso i riferimenti più prossimi cronologicamente ...

BLACK MAGIC SIX, Choose Death

La formazione a due componenti, ormai, è palesemente un trend. Evitiamo di perdere tempo alla ricerca di motivazioni che risulterebbero inconsistenti. Contemporaneamente alla diffusione di questa usan...

LE CAROGNE, Triodo

Le Carogne pubblicano il terzo album grazie allo sforzo sinergico di quattro etichette. In questo Triodo sono racchiusi nove pezzi d’ispirazione 60’s rock cantati in italiano e per recensirlo, invogli...

THE RIVEN, Blackbird

Per favore, evitate di confondere la band in questione con il sestetto nu-meRdal californiano (una di quelle band che attaccano sbraitando come cinghiali satanici e nel giro d’un paio di strofe, in pr...