DISMALIMERENCE, Tome: 1

I Dismalimerence provengono da Chicago (Illinois) e percorrono soluzioni assimilabili alle molteplici evoluzioni del black metal atmosferico, conservando una ruvidezza in parte riconducibile agli anni...

ALEAH, Aleah

Nel 2016 venne pubblicato da Svart Records il delicato Hour Of The Nightingale dei Trees Of Eternity di Juha Raivio (Swallow The Sun). Fu un modo per onorare la memoria di Aleah Liane Stanbridge, insi...

CORNEA, Apart

I Cornea sono un trio di Padova e con Apart si affacciano alla finestra su di un mondo sempre meno accogliente. L’album è presentato da una grafica dove trovano dimora immagini la cui intrinseca elega...

WARDRUNA, Kvitravn

I norvegesi Wardruna evocano epoche lontane, ricorrendo in prevalenza a strumenti storici o tradizionali e a suoni che richiamino i quattro elementi della natura, avvalendosi della collaborazione di K...

AGNES OBEL, Myopia

Myopia è il quarto album di Agnes Obel e quello con cui fa un passo indietro, rievocando le atmosfere di Aventine (2013). Se con il precedente Citizen Of Glass (2016) aveva sperimentato l’utilizzo di ...

WITNESSES, Doom II

Passato attraverso la creazione di un terzo album strumentale, Greg Schwan realizza un ulteriore tassello tramite cui fare evolvere il progetto Witnesses. Accompagnato da Matt Kozar (chitarra) e Kody ...

ATAVISTIA, The Winter Way

The Winter Way è il secondo album dei canadesi Atavistia, in origine nati come progetto del solo Mattias Sippola. La loro proposta è sospesa tra il death melodico di fine anni Novanta (Eternal Tears O...

BARISHI, Old Smoke

Orfani del cantante Sascha Simms, gli statunitensi Barishi ridefiniscono ancora una volta le loro coordinate stilistiche tornando ad abbracciare soluzioni assimilabili al progressive degli esordi, ten...

TYRANT, Hereafter

Il ritorno sulle scene degli statunitensi Tyrant era atteso da ormai molto tempo e non posso nascondere quanto fossi convinto che avrebbero potuto realizzare un album degno di Legions Of The Dead (198...