MUMPBEAK, Tooth

I Mumpbeak sono un trio formato dal compositore e tastierista inglese trapiantato a Oslo Roy Powell (Interstatic, Naked Truth…), Lorenzo Feliciati (Naked Truth, anche autore degli album solisti Frequent Flyer e KOI) e Torstein Lofthus (Shining, Elephant 9). La particolarità del progetto sta anzitutto nell’utilizzo da parte di Powell di un clavinet multi-effettato, un clavicordo le cui vibrazioni vengono rilevate da dei pick-up, dunque qualcosa di analogo nella produzione del suono a una chitarra elettrica (Powell talvolta ricorre anche all’hammond e al moog per aggiungere qualche sfumatura al colore generale dell’album). Nelle parole del musicista stesso: “Con il passare degli anni, ho perso interesse nei suoni di piano elettrico, di organo Hammond o di piano acustico. Così un giorno, mentre suonavo il mio clavinet a casa, ho pensato di provare a massimizzare l’aspetto chitarristico dello strumento e vedere dove mi avrebbe portato questo approccio”. Ne risulta un disco caratterizzato da sonorità ascrivibili a una forma di jazz rock dalle venature prog, affine a quanto realizzato dai King Crimson o al materiale meno elettrico dei Soft Machine. Il lavoro svolto dalla sezione ritmica aggiunge potenza a episodi sospesi tra la tendenza a delineare paesaggi sonori pacati e input rock, mostrando quanto il loro sia “semplicemente un esempio di tre musicisti che la pensano allo stesso modo e che si trovano in studio a suonare roba libera e improvvisata sopra a materiale semi-composto”. Il fatto che Powell abbia conosciuto Lofthus mentre teneva una serie di concerti formativi nelle scuole norvegesi rende l’idea dell’approccio alla materia da parte dei musicisti coinvolti, che prediligono una musica complessa e difficile. Il tutto è però bilanciato da alcuni elementi di semplicità, che concorrono a rendere questo materiale fruibile da parte di un pubblico di non musicisti. I brani si susseguono con scioltezza e colpiscono l’ascoltatore per l’atmosfera che riescono a plasmare, invogliando a procedere con l’ascolto e ripetere l’esperienza a più riprese. Affascinante.


Tracklist

01. Boot
02. Brick
03. Saw
04. Slip
05. Cot
06. Caboose
07. Stone