LEVIATHAN, Beholden To Nothing, Braver Since Then

Leviathan

Nonostante il trascorrere del tempo renda difficoltoso lasciarsi coinvolgere dai nuovi ascolti, può capitare di scoprire musicisti validi. È il caso dei Leviathan da Littleton, Colorado. Beholden To Nothing, Braver Since Then è la quinta tappa di un percorso iniziato nel 1989 e interrottosi durante il periodo 1998-2010. Ripreso in occasione della pubblicazione di At Long Last, Progress Stopped To Follow, rivela una sincera devozione per il progressive metal di Fates Warning e Sieges Even. Le linee vocali di Jeff Ward accompagnano la trama sonora intessuta dalla sezione ritmica composta da Derek Blake (basso) e Trevor Helfer (batteria), delineando brani pieni di tempi dispari, arricchiti da armonie d’ampio respiro. I chitarristi Ronnie Skeen e John Lutzow contribuiscono a rendere moderno il suono di “Creatures Of Habit” e “If The Devil Doesn’t Exist”, il cui incipit cadenzato sfuma in una splendida semi-ballad. Contribuiscono a infondere profondità alle composizioni il sapiente ricorso a campionamenti evocativi e il trasporto con cui vengono proposti strumentali molto fantasiosi. Da tenere in considerazione.