LAPIN HELVETTI, Lapin Helvetti

Lapin Helvetti è una formazione nata dalle ceneri dei Terveet Kädet e come tale dedita a una forma di hardcore con influssi thrash metal. A prevalere è appunto la prima componente, riconoscibile anzitutto dall’impostazione delle linee vocali e dalle ritmiche serrate offerte dai musicisti di Oulu. Talvolta fanno capolino incipit affini a quanto proposto dai Sabbat giapponesi (“Noutajaotti”), fugaci assoli di chitarra dotati di un non troppo celato gusto melodico e rallentamenti (“Raskas Maa”) ai quali fa da contraltare una furia in apparenza priva di controllo (“Sankarijuhlat”). In tali frangenti avviene un avvicinamento a lidi (proto) black, funzionali a donare varietà a un disco tendenzialmente omogeneo. I brani sono attraversati da elementi di caratterizzazione che necessitano di più ascolti per essere individuati e che conferiscono sfumature differenti alle varie “Mikään Hyvä Ei Kestä Kauan” e “Torso”, accomunate da una breve durata, in cui riescono ad esprimere altresì tutto il loro potenziale.

Alcuni album paiono essere concepiti ponendo attenzione al risultato nel suo complesso, mentre questo debutto contiene episodi che possono essere presi e analizzati singolarmente, in quanto – seppure accomunati da un gusto compositivo riconoscibile – costituiscono ognuno una storia con un inizio e una fine. Sarà possibile trovarvi riferimenti a differenti stili, ma saranno talmente tanti e dispersi all’interno dell’album da non potere essere che considerati quali parti inscindibili del bagaglio culturale di Lapin Helvetti.