HANDS OF ORLAC / THE WANDERING MIDGET, Split

Cruz Del Sur Music dà alle stampe uno split contenente materiale inedito realizzato da due formazioni invero differenti tra loro. Gli Hands Of Orlac sono già stati ampiamente trattati qui con recensioni e interviste, pertanto non necessitano di approfondite presentazioni. I The Wandering Midget vantano una carriera più lunga eppure non molto ricca dal punto di vista prettamente discografico e con questa pubblicazione interrompono un periodo di silenzio iniziato nel 2012, in seguito all’uscita di From The Meadows Of Opium Dreams. Entrambe le band si collocano geograficamente nel Nord Europa (rispettivamente Svezia e Finlandia), nonostante gli Hands Of Orlac siano stati fondati a Roma e comprendano nel loro organico due musicisti italiani. Laddove questi ultimi presentano composizioni a cavallo tra prog dalle tinte oscure e (proto) doom, i The Wandering Midget si dedicano a una forma evocativa e intimista della musica del destino. La band di Malmö propone due episodi caratterizzati dalla presenza di una voce femminile spettrale (“Curse Of The Human Skull” e “From Beyond The Stars”), mentre quella di Lappeenranta pare allontanarsi dalle sonorità dei primigeni First Encounter / I Am The Gate e adotta una formula espressiva diretta ed emozionale (“Where We March The Vultures Follow”). Ne risulta un cd / lp per certi aspetti sorprendente e dunque consigliato a chiunque apprezzi Black Hole, Run After To e Requiem, ma anche Fall Of The Idols e Cross Vault.