FUNERALOPOLIS, …Of Deceit And Utter Madness

I Funeralopolis (Lenzburg, Svizzera) hanno realizzato alcuni anni fa un paio di demo e ora …Of Deceit And Utter Madness. Propongono death con influssi doom un po’ come gli Asphyx e adottano una produzione che, pur affondando le radici negli anni Novanta, ha in sé un gusto in linea con la contemporaneità. Le linee vocali paiono provenire da una tomba, mentre la sezione ritmica è contraddistinta da un suono abbastanza definito che fa da complemento alle chitarre. Gli episodi inclusi sono legati alla tradizione, ma allo stesso tempo non si limitano a riproporre determinate soluzioni e talvolta sono attraversati da cambi di tempo ben inseriti nel contesto. Non sono degli innovatori eppure riescono a proporre con efficacia un genere già di per sé incontro di stili differenti. Le loro autoproduzioni erano caratterizzate da un suono funereo che qui è stato integrato da passaggi ritmici dinamici e da una maggiore incisività. Questo permette di calarsi nell’ascolto apprezzandone le sfumature e considerando infine …Of Deceit And Utter Madness quale un ottimo album.