EXCUSE, Prophets From The Occultic Cosmos

EXCUSE, Prophets From The Occultic CosmosGià autori di alcuni ep, come ad esempio Goddess Injustice, i finlandesi Excuse hanno realizzato un album che affonda le radici nella seconda ondata thrash degli anni Ottanta. In esso si ritrovano ritmiche particolarmente serrate e atmosfere talvolta assimilabili al thrash black, nonostante non manchino numerosi rallentamenti e fraseggi chitarristici di matrice NWOBHM. Queste aperture conferiscono un’aura oscura e allo stesso tempo riflessiva ai pezzi, in particolare al complesso “Watchtower Of The Trans-Dimensional Pathway”, saggiamente posto in chiusura, nel quale si possono sentire sia influenze di matrice tradizionalmente heavy metal, sia i differenti umori della sua introduzione strumentale, che lasciano presagire come potrebbe evolversi: non si tratta della sola traccia di durata consistente, ma certo di quella in cui risalta l’abilità del gruppo nel fondere linguaggi diversi. L’alternarsi di frangenti particolarmente concitati con altri melodici o dissonanti fa emergere il desiderio di riproporre una forma oltremodo classica di thrash, ma arricchendola e allineandola alla contemporaneità. Nel complesso Prophets From The Occultic Cosmos si inserisce in un contesto affine a quanto realizzato in passato dagli Excuse, percorrendo un sentiero almeno in parte condiviso con Hellish Crossfire, Cruel Force… e trovando una propria identità.