EARTH ELECTRIC, Vol. 1: Solar

Earth Electric è un progetto di Rune Blasphemer Eriksen (Mayhem, Aura Noir, Twilight Of The Gods…), qui ancora una volta accompagnato dalla moglie Carmen Susana Simões (Moonspell), con la quale aveva collaborato per la realizzazione dei dischi di Ava Inferi e Nader Sadek. In Vol. 1: Solar sono coadiuvati dal bassista Alexandre Ribeiro (Fungus, Grog, Neoplasmah), dal batterista Ricardo Martins (Jibóia, Papaya) e dal tastierista Daniel Knight (Messenger). L’album è stato prodotto da Jaime Gomez Arellano (Ghost, Sólstafir, Solefald, Primordial…), che ha lasciato la sua impronta su pezzi sospesi tra progressive rock e (proto) doom, affini in qualche modo a quanto proposto dagli americani Occultation e caratterizzati da una densità stilistica che ha ben pochi eguali, nonostante qualche lettore di The New Noise non faticherà a trovare taluni punti di contatto con gli Opeth di Heritage. Gli episodi inclusi si rivelano essere compatti e per certi aspetti molto simili tra loro, per cui necessitano di essere assaporati nella loro interezza, in modo da assorbirne l’atmosfera solennemente rituale. A un primo ascolto potrebbero apparire eccessivamente pomposi, eppure col procedere degli ascolti sarà possibile apprezzarne le diverse sfumature, ponendo maggiore attenzione all’esecuzione dei singoli musicisti.