CORNEA, Apart

I Cornea sono un trio di Padova e con Apart si affacciano alla finestra su di un mondo sempre meno accogliente. L’album è presentato da una grafica dove trovano dimora immagini la cui intrinseca eleganza è enfatizzata da contrasti cromatici che evocano le molteplici sfumature infiltratesi tra le note intessute da Nicola (Owl Of Minerva), Sebastiano (Dotzauer) e Andrea. Mentre da quel mondo lontano, e allo stesso tempo troppo vicino, giungevano il vociare dei passanti e il fragore indistinto di motorini rombanti per i vicoli della città, dal silenzio interiore dei Cornea hanno preso forma ritmiche inquiete destinate ad accogliere carezzevoli melodie il cui incessante fluire assume i contorni di una promessa. Ogni elemento è strettamente connesso tanto al suo predecessore quanto a ciò che giungerà in seguito e trova un proprio equilibrio nel chiudersi in quella stanza nella quale (a finestre serrate) dare libero sfogo alle emozioni che chi sta fuori non sa più come gestire. È tra quelle mura che le nostre emozioni trovano una loro collocazione e donano un significato alle ore trascorse, attendendo di potervi accedere insieme ad altre persone con le quali far confluire digressioni sludge doom in un contesto essenzialmente post rock.

Ognuno di noi necessita di una  stanza interiore entro cui nascondere (o lasciare esprimere) le emozioni suscitate dal vociare con i passanti e dal fragore indistinto dei motorini con cui rombiamo per i vicoli della città. Perché ognuno di noi sta sia dentro che fuori e può accogliere dentro sé le medesime emozioni di una persona affacciata a una finestra sinora creduta lontana.

Apart?