CARMA, Carma

CARMA, Carma

Carma è un progetto messo in piedi dai tre membri di Everto Signum e ha la caratteristica di essere cantato in portoghese. Pubblicato su cassetta da Labyrinth Productions (sottoetichetta di Altare Productions), vede Æminus (chitarra e basso), Nekruss (voce) e Igniferum (batteria) dedicarsi a un death doom estremamente atmosferico. Da un punto di vista “strutturale”, vi sono punti di contatto col funeral evocativo dei Thergothon, ma non pochi sono i riferimenti ai Ningizzia. Il suono così ottenuto è oscuro e malinconico, eppure lontano dalla monoliticità di formazioni recenti che portano questo stile musicale a vicinanze con l’ambient (percepibili solo in “Sonhos” e “Adeus”). Gli episodi qui inclusi colpiscono per la loro linearità e nel contempo per come riescono a coinvolgere emotivamente: pur non inventando nulla sul piano compositivo, si sente che “Procissão” è eseguita con sincerità, mentre “Reflexo” rivela pregevoli linee vocali. Trattasi di un lavoro consigliato agli appassionati del doom più esteso, in particolare se legati alle sonorità anni Novanta e alla melodia.