BOMBAY BICYCLE CLUB, So Long, See You Tomorrow

Bombay Biciycle Club

I Bombay Bicycle Club si sono formati nel quartiere londinese Crouch End col nome The Canals. So Long, See You Tomorrow è il loro quarto album, pubblicato a tre anni di distanza da A Different Kind Of Fix. Lo stile di Jack Steadman (voce, chitarra e produzione), Jamie MacColl (chitarra e voce), Ed Nash (basso e tastiere) e Sure de Saram (batteria e cori) attinge alla tradizione indie-rock britannica, ammantandola di una patina electro-pop. L’elemento aggiunto è costituito dalla manipolazione di sonorità le cui radici affondano nelle tradizioni di India e Turchia (udibili in particolare in “Overdone”, arricchita dai cori di Lucy Rose e Rae Morris). A prevalere sono i pattern di drum machine e l’ausilio dei sintetizzatori in funzione di linee vocali e di melodie che tendono a stratificarsi le une sulle altre. L’intento sembra essere quello di plasmare composizioni solari, che presentino un sottostrato sognante (“It’s Alright Now”) o riflessivo (“Whenever Wherever”) e nelle quali l’elettronica abbia la funzione di collante. Nonostante si tratti di una combinazione giocosa di elementi, la formula dei Bombay Bicycle Club sembra efficace anche laddove entrano in scena le atmosfere rarefatte della title-track, facendo calare il sipario su un disco fruibile e ricco di sfumature interessanti.

Tracklist

01. Overdone
02. It’s Alright Now
03. Carry Me
04. Home By Now
05. Whenever, Wherever
06. Luna
07. Eyes Off You
08. Feel
09. Come To
10. So Long, See You Tomorrow