ANGEL OF DAMNATION, Heathen Witchcraft

ANGEL OF DAMNATION, Heathen Witchcraft

Gli Angel Of Damnation sono una formazione tedesca messa su da Gerrit Mutz (Sacred Steel, Dawn Of Winter, Battleroar, Tragedy Divine), Daniel Cichos (Nocturnal, Black Priest Of Satan, The Fog) e dalla sezione ritmica dei Cross Vault. Il loro primo 7” omonimo risale al 2004 e nonostante prima d’ora abbiano realizzato solamente uno split con Don Juan Matus (2008) e l’album Carnal Philosophy (2011), si sono evoluti in modo significativo. Heathen Witchcraft è un concentrato di doom metal che vi lascerà senza respiro, perché affine a quanto proposto dai Sorcerer più teatrali e sufficientemente vario da potere essere apprezzato anche da coloro propendano verso l’heavy classico. L’amalgama della band, infatti, è solenne e al contempo sfaccettato. Tra i solchi del disco è possibile rintracciare frazioni in cui gli Angel Of Damnation spingono sull’acceleratore, ma anche quando le atmosfere si fanno plumbee ci sono interessanti cambi di tempo e parti di chitarra ispirate. Rispetto ai Dawn Of Winter, ci sono un marcato afflato evocativo (“Tear Off The Veil Of The Sun”) e un approccio testuale differente, meno intimista. La produzione è avvolgente e le linee vocali un po’ declamatorie di Gerrit Mutz trovano qui la loro collocazione ideale, essendo in definitiva la proposta degli Angel Of Damnation una sorta di evoluzione doom del suono epico dei Sacred Steel.