DISPERSE, Foreword

I Disperse provengono da Przeworsk (Polonia) e nel giro di una manciata di album si sono evoluti inglobando all’interno della loro musica elementi tipici del prog rock più soft. Quanto ascoltato su Li...

PH, Eternal Hayden

Eternal Hayden è il quarto album di Mr. Peter Hayden, ora rinominatosi PH. “This album is all about letting go and achieving, reaching something more after giving up everything. […] It is a guid...

FEN, Winter

Una melodia melliflua introduce Winter, quinto album dei Fen, tramite cui vengono amplificate le atmosfere introspettive presenti all’interno delle loro composizioni già a partire da Ancient Sorrow. I...

DONATO EPIRO, Rubisco

Rubisco è un album difficile, a suo modo problematico. Il perché è presto detto: si tratta di una raccolta di tracce nuove attraverso la quale Epiro cerca una nuova via di fuga stilistica (col precede...

OBITUARY, S/t

Nel 2017 gli Obituary, leggendaria band esponente di quella scena death metal made in Florida che tanto ha mandato in solluchero gli ascoltatori di suoni estremi in giro per il globo, se ne escono con...

COLD FELL, Irwell

I Cold Fell sono un gruppo black metal di Manchester all’esordio con Irwell, prodotto da Argento Records. Immaginate la tipica città industriale inglese: grigia, febbrile, piovosa, claustrofobica. Se ...

CUT, Second Skin

Sesto album e un quasi-ventennale di carriera per la stimata band bolognese e il suo urticante garage punk venato di blues. A sette anni dall’ultima prova, i Cut tornano alle cronache con lo ste...

SON VOLT, Notes Of Blue

Non si può non riconoscere a Jay Farrar – mente, chitarra e voce dei Son Volt –  una certa coerenza. Reduce dall’esperienza alt-country degli Uncle Tupelo a inizio anni Novanta (rico...

DEATHWISH, Unleash The Hell

Personaggi come Pig Champion ci mancheranno per sempre e purtroppo non potranno mai più regalarci nuovo materiale. Tutto sommato possiamo spararci all’infinito tutta la loro discografia che, tra le al...

POISON RITES, S/t

Woohoo! “Everything I Love” is… esattamente l’approccio musicale e il modo di maltrattare gli strumenti di ‘sti maledettissimi Posion Rites. Gli Stooges a 200 Km/h, gli Oblivians più punk, gli Hellaco...